Log in

Lezione di Galileo Galilei sulla struttura dell'inferno

mostra_polimiProgetto artistico-didattico condotto da Paola Magnaghi-Delfino e Tullia Norando del Laboratorio Didattico FDS in collaborazione con gli allievi del corso di Grafica d’Arte di Alessandra Angelini della Accademia di Belle Arti di Brera - Inaugurazione lunedì 14 maggio ore 17.30

Dal 14 - 18 maggio 2012 Spazio Mostre “Guido Nardi ”Via Ampère 2 - Milanoda martedì a venerdì – 10.30-18.30 ingresso gratuito

Per prenotazioni per la visita guidata siprega di contattaremail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.. 022399. 4586

In mostra opere di

  • Federica Amoruso
  • Carlo Baroni
  • Anna Bassi
  • Andrea Bertoletti
  • Claudia Cariglia
  • Rubinia Di Stefano
  • Bianca Fasiolo
  • Marta Fontana
  • Camilla Guerra
  • Elena Maffioli
  • Martina Rizzati

Ideazione e supervisione:Alessandra Angelinidocente di Grafica d’Arte dell’Accademia di Belle Arti di BreraPaola Magnaghi-Delfinodocente del Dipartimento di Matematica – Laboratorio Didattico FDSTullia Norandodocente del Dipartimento di Matematica – Laboratorio Didattico FDS http://www.fds.mate.polimi.it

 

La pittura non dovrebbe essere soltanto retinica o visiva;dovrebbe avere a che fare con la materia grigia del vostrointelletto, invece di essere puramente visiva.Marcel DuchampIl Progetto artistico didattico “Lezione di Galileo Galilei sulla strutturadell’Inferno” prende spunto dalla prima delle due lezioni tenute da GalileoGalilei nel 1587 presso l’Accademia Fiorentina.Galileo colse l’occasione per vedere riconosciute le proprie competenzematematiche oltre che la forte preparazione umanistica. Dal punto di vistadi Galileo lo scopo ultimo del saggio è mostrare che la matematica nonconsiste soltanto di calcoli efficaci dal punto di vista tecnico, ma può dareun contributo ai dibattiti culturali più nobili, acquisendo così uno statutointellettuale paragonabile a quello delle materie umanistiche classiche.Galileo esaminò nella prima lezione la struttura dell’Inferno di Danteproposta da Antonio Tucci Manetti, architetto e matematico fiorentino.Numerosi artisti hanno dipinto scene che si riferiscono ad episodi dellacantica, il loro contributo non si riferisce generalmente alla geometria delluogo, ma vuole esprimere sensazioni, sentimenti e passioni di cuil’ambiente infernale è intriso.Gli studenti sono stati invitati a riflettere sul rapporto tra rappresentazionegeometrica e interpretazione artistica. A questo scopo, hanno realizzato undisegno in scala della struttura dell’Inferno secondo Manetti, utilizzandodifferenti supporti cartacei e tecniche di disegno a loro scelta. Inoltre hannoprodotto opere originali, scaturite dalla personale interpretazione artisticadell'argomento e svincolate dalla pura rappresentazione scientifica.Non cercate di prendere i poeti perché vi scapperanno tra le dita.

Alda Merini

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy