Log in

Il Silenzio dei morti viventi

Silenzio_morti_viventiAutore: Vincenzo Vinagli

Presentazione: Un normale cittadino, durante il primo processo a Pietro Pacciani, "presunto mostro di Firenze", fa di tutto per portare gli inquirenti a indagare il personaggio che aveva tutte le qualità per essere il vero maniaco delle coppiette. Purtroppo tutti i tentativi andarono a vuoto. E quando per il tempo trascorso fu chiara l'idea che mai sarebbe arrivato a giusta conclusione, decise di proseguire in solitario la ricerca convinto di arrivare a dimostrare che quanto portato a conoscenza, non era affatto sbagliato.

Il silenzio dei morti viventi, ripercorre fedelmente i fatti e a differenza di tutti gli scritti in merito alla vicenda, è l'unico che da soluzioni logiche alle tante domande rimaste nel tempo senza risposta.

 

Recensioni: 

Presentato il "Giallo" sul Mostro di Firenze – Dal quotidiano L’Etruria n.7 del 15/04/2012

Presso il seminario di Palazzo Vagnotti, il 31 marzo scorso, è stato presentato il libro di Vincenzo Vinagli "Il silenzio dei morti viventi", edito nell'ottobre del 2011 per le Edizioni Mito, e stampato presso Arti Tipografiche Toscane. Il libro ripercorre i tragici fatti accaduti nei dintorni di Firenze tra il 1968 e il 1985: 8 coppie di giovani massacrati dalla stessa mano. In un decennio vengono incarcerali 6 presunti mostri, tra questi il più noto per i suoi trascorsi, fu Pietro Pacciani, di professione contadino,  abitante a Mercatale di San Casciano Val di Pesa. Per l’autore del libro il mostro è un altro. E da un incontro fortuito viene a conoscenza di un signore, un vero e proprio psicopatico, la cui immagine, ricostruita con accurate indagini, con prove e riscontri rari, si sovrappone in modo perfetto al profilo fisico-psicologico tracciato dagli esperti del crimine che indagavano sul mostro di Firenze.

Un giornalista, in proposito ha scritto: "Il silenzio dei morti viventi " è uno di quei libri che, sia per l'argomento che per il linguaggio, non si riesce a smettere di leggere ed è l'unico, che a differenza di tutti gli scritti sulla vicenda, dà soluzioni logiche alle tante rimaste nel tempo senza risposte".

Alla presentazione sono stati invitati il prof Nicola Caldarone che si è soffermato sulla corretta impostazione del testo, fedele alle regole della Retorica classica, che suggeriscono, per  un convincente sviluppo della trama, la inventio, cioè le ricerca dell'argomento,  la dispositio, la organizzazione del materiale nell'ordine più propizio per raggiungere lo scopo e, infine, l’elocutio, la scelta del linguaggio semplice, chiaro e comunicativo, inoltre Caldarone ha rilevato anche certi accorgimenti originali, come le numerose "digressioni", che rendono piacevole e talora avvincente la lettura del libro.

E’ intervenuto anche don Ottorino Cosimi, che ha ripercorso alcuni tratti di vita in comune trascorsi con l’autore nella frazione di Seano e non ha mancato di cogliere nel libro caratteristiche espositive e analisi investigative da vero narratore.

Tutti i libri

La Vipera e il DiavoloIl Pesce SubaereoL'arme e gli amori io cantoAcqua di cartaDon Riccardo Nassi e il caso OrlandiCome l'acqua che scava la rocciaLa maledizione degli innocentiLa pianta di pomodoroStazione d’arrivoMARE TI AMOLa musica è finita. Quello che resta della canzone d'autoreStoria del Romanzo Giallo e alcuni autori famosiOltre lo specchio, Immagini e cultura del femminileVoci di AnimeLa Pietra dei Sogni La panchina di OsakaONDIVAGO INTERVISTA FEDERICA FARINI: QUANDO LE STELLE RACCONTANO IL MONDO DEGLI ANIMALILa leggenda dell'ultimo tengu#BCM16: Storia dei grattacieli nel capoluogo lombardoUn tempo perdutoPresentazione libro 'All'inizio era il profumo' di ALDO NOVELe libragioni, la libreria tra vino, sapori e musicaAstrobau & Astromiao: incontro con l'autrice Federica Farini al Maxi ZooL'amore è un uccello ribelle#BCM16: Viaggio nel Liberty milaneseMAI DIRE MAITango e noir. Milonga speciale con l'autore e presentazione del suo libro AnamourPresentazione libro: Scusate per il disturboAlla ricerca della felicità in tempo di crisiXyenAthos Enrile: “Le ali della musica”Sotto un cielo di cartaIl Silenzio ProfanatoSettanta a settemila: una sfida senza limiti d'etaLa casa TurcheseEgittologia facileIl manuale pratico del benessereINFINITA-MENTE MARLENNella spirale dell'ocaQualche lontano amoreL'ultima protettriceLibro MILANO MERAVIGLIOSANon ti scordar di meTI AMERO’ MIO MALGRADOGuanti BianchiGrand’Hotel Des BainsGabbieTra Dublino e Piazza Maggiore: in uscita il romanzo d'esordio di un giovane cataneseIl VarcolacIl mondo di sottoUna Grande Missione#BCM16: Storia e storie di Milano, città multietnica#BCM16: Il 'Corriere' e Milano, la notizia è servitaL'odiato amoreIntervista a Eugenio Sbardella, autore di Sans Blague, in lizza per il Premio Strega 2015Fino all'altra fermata.Chi ama saStorie come me le ha raccontate mia nonna GinaIN VIAGGIO CON GLI ASTRIMEMORIA: un cassetto di ricordi sempre piu’ difficile da aprireJESSSans BlaguePresentazione di Oltre i limiti, Rosanna GalottaDel tempo che passa, di pane, d'infanzia e di altroNon ti voglio vicinoCIBO CRIMINALEDelitto alla Banca Nazionale del CreditoDue inchieste del Commissario FrizzeraL’intreccio: neuroscienze, clinica e teoria dei sistemi dinamici complessiPresentazione romanzo Nel nome di MarcoFiori di plasticaIl viaggio di una stellaDi famigghiaPer ognuno io sono la VitaZina di Giuliana Spanò, finalista al premio Herman Geiger di CecinAutoriEleinda - Una leggenda dal futuroAstroBau & AstroMiao – Astrologia applicata all’universo animaleMeravigli edizioni a Bookcity Milano 2014 – Biblioteca NiguardaViaggio nei sogni metropolitaniElvira la modella di ModiglianiRossi, gialli & altri colori che non posso direTu di che coppia sei?
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10
  • 11
  • 12
  • 13
  • 14
  • 15
  • 16
  • 17
  • 18
  • 19
  • 20
  • 21
  • 22

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy