Log in

Del tempo che passa, di pane, d'infanzia e di altro

del_tempo_che_passaAutore: Davide Romano

Presentazione: La silloge poetica proposta ruota attorno alla tematica della memoria, intesa non tanto nei termini

di un amaro e rassegnato esilio nel tempo passato, quanto invece come una realtà proiettata nel presente per ritrovare le proprie radici, la propria indole, per far urlare la coscienza, troppo spesso schiavizzata dalla quotidianità di tutti i giorni.

La poesia diventa l’inversione a U verso la strada maestra, l’infanzia, unico e vero carburante di una macchina del tempo poetica  costruita per recuperare il senso del sogno, la spinta animica in ognuno di noi che la vita di tutti i giorni tende a sottrarci.

Dalla Prefazione:

l ricordo è un modo di incontrarsi diceva Kalil Gibran e dentro i versi di Davide Romano ho fatto molti incontri, leggendo parole che pure conosci a memoria ma scoccate con l’arco della poesia da un punto inaccessibile del Parnaso. Vibrano e volano leggere come note musicali le parole di Davide Romano, tessendo una tela così solida ed emozionante che neanche cento partenze e ritorni di Ulisse potrebbero logorare o disfare.”

Recensione tratta dalla gazzetta iblea del 20/08/2012

Un urlo di denuncia che si innesta sulla maturata consapevolezza dell’autore che guarda con occhio critico allo scorrere del tempo e, nel ricordo dell’infanzia, riesce a recuperare una dimensione quasi idiallica, in cui dietro ogni volto si cela un’anima con il suo spessore e le sue verità.

L’infanzia diviene così quella dimensione che riequilibra il presente che rammenta la propria identità e indirizza nelle azioni quotidiane.

La ricca dimensione evocativa dell’infanzia si scontra contro la tetra quotidianità della vita da ingegnere, in cui tutti i giorni, l’autore si confronta con un stile di vita forgiato dalla cosidetta deformazione professionale di una categoria che ironicamente descrive come aliena

Tutti i libri

#BCM16: Milano 1395: la spregiudicata ascesa di Gian Galeazzo ViscontiPer ognuno io sono la VitaCome cambia lo sguardoQualche lontano amoreIntervista a Eugenio Sbardella, autore di Sans Blague, in lizza per il Premio Strega 2015IL DOTTOR FRANCO CERRI. Morti sospette in NosocomioAl confine con il buio. Soldato MillenovecentoventiSul sentiero dei ricordiMare mossoCosì era Milano#BCM16: Come interpretare da parte della scienza l'entusiastica ossessiva caccia alla “Materia Oscura”?IL BENE, IL MALE E IL SISTEMAIl Silenzio dei morti viventiL'emozione ha la tua voceDon Riccardo Nassi e il caso OrlandiAcqua di cartaAnamourSettanta a settemila: una sfida senza limiti d'etaL'odiato amorePerchèPresentazione del libro Fragili incontriStorie come me le ha raccontate mia nonna GinaTroppo di NienteNAVIGLI POETRY SLAMGli occhi di mia figliaHaikuSotto un cielo di cartaIl VarcolacIl naufragoIl mio l'ho fattoIl viaggio di una stellaL'ESTATE VECCHIALe libragioni, la libreria tra vino, sapori e musicaAliViveLa casa TurcheseNon ti voglio vicinoFeisalUrla ancestraliPresentazione di CIBO CRIMINALEVirutas rojas, passione argentina, quando il tango è noirXyenPiccoli silenzi desiderabili#BCM16: Storia dei grattacieli nel capoluogo lombardoIl Pesce SubaereoViaggio nei sogni metropolitaniIl libro #BCM16: Il 'Corriere' e Milano, la notizia è servitaLitio:pensieri disciolti nell'acidoSortilegioIn Sicilia, un'estateJESSLa Vipera e il DiavoloLa mia astronomiaMeravigli edizioni a Bookcity Milano 2014 – Biblioteca NiguardaIl mondo di sottoMarco e TeclaLa musica è finita. Quello che resta della canzone d'autoreL'amore è un uccello ribelleAnche l'amore qualche volta sbaglia stradaPresentazione del libro Fino all'altra fermata.Chi ama saEgittologia facileTango IrregolareUn tempo perdutoTrentenniI semi dell'odioUna Grande MissioneSkan-zo-na-ta La canzone umoristica e satirica italiana da Petrolini a CaparezzaTamara Rampanti - Per una vita da escort...Non ti scordar di mePresentazione del libro MEMORIA: un cassetto di ricordi sempre piu’ difficile da aprireL'idillio tra l'uomo e l'ombraHo voglia di colorare tuttiStazione d’arrivoL'arme e gli amori io cantoBAUAGENDA 2015#BCM16 - Andar per Navigli: alla riscoperta del Naviglio GrandeMARE TI AMOMAI DIRE MAIIN VIAGGIO CON GLI ASTRIL’intreccio: neuroscienze, clinica e teoria dei sistemi dinamici complessiSogni tra i fioriIl dilettevole gioco dell'ocaLa notte del magistrato Attraverso gli occhi di Emma
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10
  • 11
  • 12
  • 13
  • 14
  • 15
  • 16
  • 17
  • 18
  • 19
  • 20
  • 21
  • 22
  • 23

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy