Log in

Di famigghia

cancilleri25kAutore: Catena Cancilleri

Presentazione: In una terra come la Sicilia, terra di mafia, le battaglie, anche se silenziose, sono quotidiane. E talvolta sotto traccia, come certe trattative:

1. Revisione sentenza maxi-processo
2. Annullamento decreto legge 41 bis
3. Revisione legge Rognoni – La Torre
4. Riforma legge pentiti
5. Riconoscimento benefici ai dissociati brigate rosse per condannati di mafia
6. Arresti domiciliari dopo i 70 anni di età
7. Chiusura supercarceri
8. Carcerazione vicino residenza familiari
9. Nessuna censura posta familiari
10. Misure prevenzione – rapporto con i familiari
11. Arresto solo in caso di flagranza di reato
12. Togliere tasse carburanti come ad Aosta
Tacite o taciute certe cose sono pur sempre “affari di famigghia”.

Catena Cancilleri, nata nel 1974, siciliana, vive a Parma dove lavora come educatrice. Laureata in Filosofia, ha esordito con il saggioAndrea Camilleri e il romanzo storico in Italia: a proposito de “Il re di Girgenti” (Tracce, 2005).

Commento di Antonella Santarelli
La scrittrice è una professionista dell'educazione e credo che questa caratteristica abbia un peso rilevante nel modo di scrivere e trattare gli argomenti oggetto di narrazione.
I racconti pubblicati sono molto brevi, caratteristica sempre più diffusa tra coloro che scrivono sul web, come i giovanissimi. Il fine pedagogico è insito nella descrizione di una realtà che ha mille e più facce, tutte riconducibili al fenomeno mafioso che permea la storia di paesi, zone interne e costiere, palazzi di potere e i quartieri desolatamente sempre meno popolati di posti dimenticati dalla legalità. Perché la Sicilia è ancora questa, e la Cancilleri, donna siciliana, la descrive molto bene nella sua pluridimensionalità.

Fatti accaduti e storie inventate danno vita a un “continuum” senza battute di arresto nel ritmo incalzante di ricordi e di elaborazione di fatti noti e di ricostruzioni di fantasia che traggono alimento dalla cronaca quotidiana, con particolare attenzione alla comunicazione.
Il fenomeno mafioso ha sempre avuto codici linguistici condivisi e diffusi nei territori: nel racconto “Parole”, l'autrice spiega cosa vuol dire il motto “La parola migliore è quella che non si dice”. I silenzi sono oro e possono valere più dei comportamenti palesi.
Si evince dai racconti come la mafia oggi sia pericolosamente presente tra i gangli delle istituzioni, sempre pronte a schierarsi con i più forti che gestiscono il vero potere, tra apparente normalità e un mondo di collusioni di cui si possono solo immaginare le correlazioni tra vicende e uomini. Il muro di gomma, storicamente evocato nei fatti di mafia, è oggi la sistematica disinformazione nei confronti dell'opinione pubblica.

Tagged under Lettaratura libri

Tutti i libri

Alla ricerca della felicità in tempo di crisiAstrobau & Astromiao: incontro con l'autrice Federica Farini al Maxi ZooAnamourGuanti BianchiVera PellePerchèIl dilettevole gioco dell'ocaInterpretazioni Letterarie - 15 aprile 2012Mara Terzi – Quando i sogni dell'anima si sono fatti DanzaL'amore è un uccello ribelleYasushi Inoue: Morte di un maestro del TèBarboniAnche l'amore qualche volta sbaglia stradaI semi dell'odioArmonia MundiDelitto a scuolaTempeste Puniche, il Profumo della QuieteIn Sicilia, un'estateEgittologia facileIo e me alla ricerca del trenoDon Riccardo Nassi e il caso Orlandi#BCM16: Come interpretare da parte della scienza l'entusiastica ossessiva caccia alla “Materia Oscura”?Fatality showI Figli dell'AquilaMILANO MERAVIGLIOSAL’ITALIA DELLE DONNELibro Stazione d’arrivoL'emozione ha la tua voceL'ultima protettriceSul sentiero dei ricordiL'idillio tra l'uomo e l'ombraGrand’Hotel Des BainsNAVIGLI POETRY SLAMMeravigli edizioni a Bookcity Milano 2014 – Biblioteca NiguardaIL DOTTOR FRANCO CERRI. Morti sospette in NosocomioPresentazione romanzo Nel nome di MarcoPresentazione libro 'All'inizio era il profumo' di ALDO NOVEHaikuPer ognuno io sono la VitaSkan-zo-na-ta La canzone umoristica e satirica italiana da Petrolini a CaparezzaOltre i limiti, Rosanna Galotta#BCM16: Un paese da ri-scoprireXyenLa maledizione degli innocentiIntervista a Eugenio Sbardella, autore di Sans Blague, in lizza per il Premio Strega 2015MAI DIRE MAI#BCM16: Storia e storie di Milano, città multietnicaDue inchieste del Commissario FrizzeraLa notte del magistrato Una Grande MissionePresentazione del libro HotelIl VarcolacL'ultimo SciacalloMARE TI AMOIl gatto di lattaPresentazione del romanzo: Perfect CouplesAthos Enrile: “Le ali della musica”Fiori di plasticaItalia loves Sicurezza 2015IL BENE, IL MALE E IL SISTEMADelitto alla Banca Nazionale del CreditoLa Pietra dei Sogni Presentazione di Non ti voglio vicinoNon chiedermi di stare senza vedertiFino all'altra fermata.Chi ama saIl mio l'ho fattoCucina InterioreIl libro La leggenda dell'ultimo tenguIN VIAGGIO CON GLI ASTRIPresentazione del libro Oltre lo specchio, Immagini e cultura del femminileMare mossoLitio:pensieri disciolti nell'acidoTango IrregolareCosì era MilanoMilano è più bella in biciINFINITA-MENTE MARLENVirutas rojas, passione argentina, quando il tango è noirONDIVAGO INTERVISTA FEDERICA FARINI: QUANDO LE STELLE RACCONTANO IL MONDO DEGLI ANIMALITra Dublino e Piazza Maggiore: in uscita il romanzo d'esordio di un giovane cataneseTango e noir. Milonga speciale con l'autore e presentazione del suo libro
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10
  • 11
  • 12
  • 13
  • 14
  • 15
  • 16
  • 17
  • 18
  • 19
  • 20
  • 21
  • 22

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy