Log in

La privacy in giardino…come proteggerci da sguardi indiscreti

Lo spazio verde è il  nostro angolo di paradiso, dove ci piace vivere, mangiare, giocare, ricevere gli amici e rilassarsi. È un ambiente spesso intimo e abbiamo bisogno della giusta privacy  per sentirci coccolati e al riparo da occhi indiscreti.

Purtroppo,  non sempre il nostro giardino o il nostro terrazzo gode della privacy necessaria e non sempre si  affaccia su viste mozzafiato e scenari spettacolari. Spesso ci si trova con panorami tutt’altro che piacevoli , vicini che non vorremmo vedere, strade di passaggio, fabbricati orribili, comignoli, condizionatori a vista, ecc., ma …non lasciamoci scoraggiare! quasi tutto può essere schermato e a volte basta solo qualche piccolo accorgimento.

Cosa possiamo utilizzare per schermarci? Decidiamo che tipo di privacy vogliamo avere e cosa dobbiamo schermare,  tenendo presente  che bisogna evitare rinchiudersi  in un “serraglio”, togliendo visuali, profondità ed “aria” che rimpiccioliscono lo spazio. Bisogna intervenire invece  strategicamente a seconda del bersaglio da mascherare. E’ buona cosa saper usare la vegetazione e inserire elementi  che fanno distogliere l’occhio da un paesaggio un po’ bruttino.

 Per proteggersi da sguardi indiscreti,  la siepe di sempreverde è uno dei classici, se nel nostro giardino c’è abbastanza spazio la si può utilizzare per una schermatura  ad altezza d’uomo o un metro sopra;  ovvio ha bisogno di spazio per poter crescere, quindi nei piccoli giardini e nei  terrazzi  è sconsigliabile perché è  troppo ingombrante.

Le essene utilizzate maggiormente per le siepi medio alte sono: photinia, alloro, lauroceraso, osmanthus, agrifoglio, tuhya, ecc.

 Si può optare anche per un rampicante, che richiede meno spazio, fermo restando che dovrà avere un supporto che lo sorregga,  altro quando l’altezza di schermatura  desiderata.

Se invece vogliamo proteggerci da un fabbricato o qualcosa di più alto allora pensiamo a qualche albero da posizionare in punti strategici.

Figura 1 CreditsVerdeProgettoUn caso che sembrava disperato era il progetto di un giardino di una  bella casa con piscina con vista sulla tangenziale (fig. 1). La proprietaria voleva  da subito una schermatura  che proteggesse la sua privacy quando era in piscina. La casa oltretutto si trova a un livello più alto della tangenziale, ma il problema  maggiore è che, il terreno, dalla casa  degrada  verso la strada e in prossimità del confine il livello  del terreno è molto basso, quindi sarebbero servite alberature già alte 10 metri per avere un minimo di scrematura con dei costi  insostenibili.  Allora è stata posizionata una 1^ fascia di vegetazione vicino alla piscina, costituita da arbusti e bordure , molto piacevole da vedere , che avrebbe garantito da subito una schermatura  totale o quasi, senza togliere la visuale sul giardino. Più in basso, verso il confine della tangenziale, è stata disposta una seconda fascia di protezione, non continua, con alberi di medie dimensioni, al fine di in intercettare  gli sguardi non fermati dalla prima fascia.

Ma sui terrazzi o nei piccoli giardini dove non possiamo piantare alberi o usare la vegetazione?

Una soluzione è rappresentata da pannelli o strutture frangivista. Ne esistono di vari tipi e di vari materiali:  legno (fig.2), metallo (fig. 3) o altro (fig. 4-5) , bisogna avere l’accortezza di sceglierli in sintonia con il resto del giardino  e fare attenzione  che non creino “l’effetto muro”.  

In alcuni casi si possono usare le tende. Come si può vedere nella fig . 4 è stato costruito un telaio di graticcio in metallo che con il tempo verrà ricoperto dal rampicante. La tenda è di un tessuto leggero per esterni, che non da un senso di occlusione anche quando è calata totalmente.

A volte invece ci si deve ingegnare per trovare le soluzioni ad hoc , come nel terrazzo (fig. 5) in cui proprietario desiderava avere la privacy su tutti e tre i lati. E’ stata studiata questa schermatura  costituita da bande di tessuto in pvc  montate su dei paletti di metallo che permettono di non occludere totalmente la vista, i fabbricati da coprire sono meno evidenti e si confondono tra le bande.  

Il terrazzo in Fig. 6  è circondato da alti palazzi bruttini.  La soluzione studiata  ha permesso di schermasi senza occludere troppo lo spazio, già limitato di per sé,   e senza far troppa ombra. E’ stata posizionata una pergola appena fuori dal soggiorno, che ha anche la funzione  di riparare dalla pioggia che altrimenti batte contro le vetrate. Il tetto in policarbonato trasparente fa passare la luce,  mentre le tende posizionate sotto al tetto danno un tocco di eleganza proteggendo dal sole. Proprio all’esterno, sul tetto della pergola, sono state collocare delle fioriere con edere che  scendendo “sfrangiano” la vista dei fabbricati.

….una soluzione si trova sempre!

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy