Log in

Al Teatro Filodrammatici: "IO, MAI NIENTE CON NESSUNO AVEVO FATTO" e "BATTUAGE"

filodrammaticiPer la prima volta a Milano, al Teatro Filodrammatici, la compagnia Vuccirìa Teatro porta i suoi due spettacoli “Io, mai niente con nessuno avevo fatto” e “Battuage”. Le pièce sono allestite all’interno della quarta edizione di “Illecite Visioni”, rassegna dedicata al teatro omosessuale che presenta  un focus sul lavoro della giovane formazione siciliana. Un’occasione importante per far conoscere due lavori di Vucciria Teatro di successo e pluripremiati, sia a livello nazionale, sia internazionale. Gli spettacoli affrontano con realismo e drammaticità, ma anche con liricità, tematiche scottanti e, per l’appunto, “illecite”. Sono stati selezionati dal direttore artistico della rassegna Mario Cervio Gualersi, giornalista e critico. Vedono interpreti Joele Anastasi (anche autore e regista delle pièce), Enrico Sortino (co-fondatore della compagnia), Federica Carruba Toscano, Simone Leonardi.

“Crediamo – dice Joele Anastasi - in un teatro che nasca dall’esigenza di raccontare. Chi fa teatro ha la responsabilità di compiere un atto che non sia marginale. Evitare ciò che è trascurabile, ciò di cui si può fare a meno, ciò che non muove gli spettatori, che li intrattiene senza cambiarli senza farli tremare fin nel profondo”.

Io, mai niente con nessuno avevo fatto” è ambientato nella Sicilia degli anni ’80. Omosessualità, malattia, violenza e morte sono lo spunto per rivelare e suscitare emozioni, focalizzando l’attenzione su tematiche umane e sociali quanto mai presenti e scottanti. Si raccontano le storie di tre personaggi. C’è Giovanni, interpretato da Joele Anastasi, giovane naïf che scopre il sesso e l'amore con un uomo a 19 anni. Sua cugina Rosaria (Federica Carruba Toscano) è di fatto per lui madre, figlia, amica e sorella. E infine c’è Giuseppe (Enrico Sortino) amore e amante del protagonista, simbolo di ambiguità e violenza, ma anche di passione carnale.

 “Battuage” è la storia di un luogo popolato da “zombie” notturni alla ricerca di sesso: facile, gratis, a pagamento. Un luogo, in cui s’incontrano eterosessuali, transessuali, omosessuali, gigolò, puttane, scambisti, raccontato attraverso gli occhi dei personaggi (interpretati da Joele Anastasi, Federica Carruba Toscano, Enrico Sortino e Simone Leonardi in molteplici ruoli) che lo abitano, che gli danno vita: non da vittime, ma da uomini, da donne, tutti consapevoli che hanno scelto di giocare a quel gioco, spingendosi, inesorabilmente, oltre i limiti dettati dall’etica sociale. Il sesso diventa così l’unico strumento di mediazione tra gli uomini. Un universo in cui si riversano mastodontiche solitudini. “Battuage” - luogo in cui è morto anche il desiderio del desiderio - è soprattutto una metafora del mondo.

 

Tagged under Teatro

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy