Camminate, ciclotour, spettacoli teatrali, workshop e tavole rotonde: due settimane per vivere insieme la Polis  – dal 16 al 30 Maggio

Fare un pic-nic con Pasolini, passeggiare con la prostituta Rosetta, respirare poesia da un parrucchiere, abbracciare un angelo su un divano di casa, cenare con amici sconosciuti, dirigere una piccola orchestra. Il Teatro della Contraddizione vi invita a partecipare a due settimane di Festival (dal 16 al 30 Maggio) che sono un inno alla vita: alla vita imperfetta, agli aspetti trascurati della socialità e della città, a quella altra faccia di Milano che rimane taciuta e invisibile e che l’arte – strumento di esplorazione dell’anima individuale, sociale e politica della società – può disvelare oltrepassando le convenienze e i pensieri comodi, facendo delle contraddizione della morale dominante il motore della propria ricerca, senza mai affermare cosa sia giusto o sbagliato ma innescando altri punti di vista e attivando il desiderio di nuove domande. In questo senso, dunque, abbiamo scelto di definire immorale la manifestazione d’arte di quest’anno.

Una città, divisa provocatoriamente in Padiglioni (Porta Romana, Giambellino, Bovisa, Navigli), la cui storia passata e presente è attraversata e raccontata, ora suggestivamente ora narrativamente, attraverso le performance di circa 25 soggetti tra artisti, musicisti e compagnie teatrali (con una forte presenza di giovani realtà ben radicate nel territorio milanese) che hanno deciso di intraprendere con noi, e con chiunque vorrà partecipare, una riflessione comune sulla funzione dell’arte e della cultura e sul loro rapporto con il contesto che abitiamo.

Diversamente da molti grandi eventi che animano Milano in questo periodo e che si limitano spesso a essere l’ostensione di una Polis che non c’è, effimera e temporanea, ExPolis, con la sua logica lontana anni luce da quella dei numeri dei biglietti e dei finanziamenti da capogiro, fonda la sua esistenza sulla volontà di fare ed essere comunità per la creazione di un contenuto culturale da restituire ai cittadini.

Gli artisti di ExPolis 15

Massimo Airoldi, Allayali di Aziz Riahi, Camilla Barbarito (alias Nina Madù), Nicoletta Bernardi, Bluklein, Diana Bruno, Compagnia AstorriTintinelli, Vincenzo Costantino Cinaski, Angelo Cruciani, Gianluca De Col, Elena del Giambellino, Ulisse Garnerone (alias Il Bullo Psicologico), Francesco Grigolo, Ivan, Raffaele Kholer, Mercanti di Storie (Massimiliano Loizzi e Giovanni Melucci), Elia Moretti, Compagnia Odemà, Vincenza Pastore, Flavio Pirini, Compagnia Phoebe Zeitgeist, Marta Pistocchi (alias Madame Pistache), Progetto Brockenhaus (Elisabetta di Terlizzi e Francesco Manenti), Giselda Ranieri, Compagnia Sanpapié (Lara Guidetti), Compagnia Scimmie Nude, Alessandro Sicardi, Guido Tassinari, Teatro della Contraddizione, Teatro del Simposio.

Luoghi, persone, comitati di ExPolis 15

Anadema, Arci Bellezza, Arci Cicco Simonetta, Arci Scighera, Base Sociale Giambellino, Casa Brancaleone, Casa Privata via Colletta, Casa Privata Corso Genova, Circolo Ricreativo S.Andrea, Comitato Abitanti Giambellino Lorenteggio, Comitato La Goccia, Angelica Della Torre, La Lory Costumi Teatrali, Parco La Goccia, Teatro della Contraddizione, Trattoria Popolare, Trattoria dalla Lina, Giacomo Valentini, Villa Radice Fossati.