Log in

PINT OF SCIENCE ITALIA: TORNA A MILANO PINT OF SCIENCE, BIRRA E SCIENZA PER RACCONTARE LA MERAVIGLIA DELLA RICERCA

1 1 1 1 1 Rating 0.00 (0 Votes)

Locandina Milano 2016 2Tre giorni di scienza alla portata di tutti, nel cuore di Milano, per la manifestazione Pint of Science che si svolge contemporaneamente in 10 città italiane e 12 paesi al mondo.

Dal 23 al 25 maggio si terrà in tre pub di Milano la manifestazione Pint Of Science. Ostello Bello, Ostello Bello Grande e Santeria Social Club apriranno le loro porte a scienziati in grado di rendere la scienza “sexy” anche per i non addetti ai lavori.
Pint of Science è organizzato dall’Associazione Culturale No-Profit “Pint of Science Italia” ed è realizzato grazie al supporto di INFN (Istituto Nazionale di Fisica Nucleare), 3D Quest (Quantum Integrated Optical Simulation, team di ricerca dell’Università degli Studi di Roma La Sapienza) e l’Istituto Pasteur Italia (Fondazione Cenci Bolognetti), con l’aggiunta dell’Osservatorio Astronomico di Milano Brera e del Centro di Terapia dell’Adolescenza.
L’evento , nato nel Regno Unito, si svolgerà in contemporanea in 10 città italiane (Milano, Genova, Trento, Siena, Roma, Napoli, Palermo, Pisa, Pavia, Torino) e 12 paesi al mondo (Regno Unito, Irlanda, Francia, Italia, Stati Uniti, Australia, Spagna, Germania, Brasile, Sud Africa, Austria e Canada). Durante la tre giorni dell’evento, scienziati rinomati spiegheranno, in modo comprensibile anche ai non addetti ai lavori, i temi scientifici più attuali: dalle onde gravitazionali alla meteorologia, dalla robotica ai vaccini, dalle malattie neurodegenerative alle intelligenze artificiali. Tra gli ospiti d’eccezione per l’edizione 2016 Serena Giacomin, autrice e conduttrice televisiva per Mediaset

come meteorologa ed esperta di clima e ambiente del Centro Epson Meteo, che martedì 24 maggio affronterà presso la Santeria Social Club di viale Toscana 31, il rapporto tra meteorologia, emergenza clima e produzione della birra. Sempre nello stesso pub, nelle altre due serate, Stefano Covino dell’Osservatorio Astronomico di Milano Brera ci narrerà la storia dei Lampi di Luce Gamma, uno dei principali misteri dell’Universo, mentre Tullia Sbarrato dell’Università di Milano-Bicocca e Paolo D’Avanzo dell’Osservatorio di Brera ci illustreranno la scoperta del secolo, le onde gravitazionali, e le sue future possibili applicazioni.
All’Ostello Bello di via Medici 4, mercoledì 25, si parlerà di vaccini, uno dei più grandi (e contestati) successi della medicina. A narrarci questa storia, lunga 220 anni, saranno Riccardo Capelli dell’Università Statale di Milano e Claudio Peri del CNR di Milano. La stessa sera Gloriana Rangone del Centro di Terapia dell’Adolescenza ci elencherà le componenti in gioco nel legame di coppia. Nelle altre due serate dell’Ostello Bello Elenka Brenna dell’Università Cattolica di Milano illustrerà i problemi dell’assistenza sanitaria in un’Europa caratterizzata da un invecchiamento della popolazione, mentre Ilaria Prada dell’Istituto di Neuroscienze del CNR di Milano sostenuta da Fondazione Umberto Veronesi spiegherà le nuove strategie nella lotta alla Malattia di Alzheimer.
E ai limiti della fantascienza saranno gli argomenti che verranno affrontati all’Ostello Bello Grande di via Lepetit 33 nella serata di lunedì 23 maggio: può un robot essere felice? A discuterne, tra una pinta e l’altra, sarà Andrea Bonarini, professore ordinario del Politecnico di Milano. Sempre dal Politecnico giungono anche Pier Luca Lanzi e Marco Colombetti, che nelle due rimanenti serate all’Ostello Bello Grande ci parleranno rispettivamente di intelligenze artificiali nei videogiochi e della possibilità che i computer possano fare promesse.
“Ci siamo resi conto che esiste un grande bisogno di sapere e Pint of Science riesce a soddisfare diverse tipologie di pubblico, dal nerd all’avvocato, dal medico all’impiegato di banca e scegliendo gli speaker con cura ci siamo accorti come la scienza possa essere davvero sexy, anche per i non addetti ai lavori” - dice Ilaria Zanardi responsabile nazionale e Presidente dell’Associazione Culturale Pint Of Science Italia – “Milano l’anno scorso ha dimostrato una grande reattività, con numerosi ‘tutto esaurito’ ” commenta Luca Associazione Culturale No - Profit

Pint of Science Italia
Perri, coordinatore locale di Pint of Science a Milano. “La città ha sempre reagito positivamente alle manifestazioni scientifiche di ogni genere, dagli aperitivi scientifici alle notti della Scienza. Pint of Science è un po’ l’unione di tutto ciò, un’occasione per coniugare ricerca, divertimento ed una bevuta in compagnia. Sono certo che i milanesi non se la lasceranno sfuggire!” conclude Perri.
In Italia Pint of Science, evento senza scopo di lucro in cui tutti lavorano su base volontaria, prevede il coinvolgimento di tre pub per ognuna delle 10 città, nelle quali verranno affrontati argomenti scientifici diversi suddivisi in sei aree tematiche: Beautiful Mind (neuroscienze, psicologia e psichiatria), Atoms to Galaxies (chimica, fisica e astronomia) Our Body (biologia umana) Planet Earth (scienze della terra, evoluzione e zoologia) Tech Me Out (tecnologia e computer) Social Sciences (legge, storia e scienze politiche).
Questo, nel dettaglio, il programma milanese di Pint of Science 2016: 

Santeria Social Club – viale Toscana 31 (Inizio ore 19.30)
Lunedì 23 maggio Stefano Covino - Quando l’universo suona il rock & roll
Martedì 24 maggio Serena Giacomin - Allarme birra per il cambiamento climatico
Mercoledì 25 maggio Tullia Sbarrato e Paolo D'Avanzo - Surfing on Gravitational Waves

Ostello Bello – via Medici 4 (Inizio ore 19.30)
Lunedì 23 maggio Elenka Brenna - Invecchiamento della popolazione in Europa e bisogno di cure. Chi si occupa dei genitori anziani e con quali conseguenze sulla propria salute?
Martedì 24 maggio Ilaria Prada - Verso una nuova strategia per limitare la morte dei neuroni nella demenza di Alzheimer
Mercoledì 25 maggio Gloriana Rangone - E poi vissero felici e contenti… o no? Riccardo Capelli e Claudio Peri - Vaccini: evoluzione e futuro di un successo

Ostello Bello Grande – via Lepetit 33 (Inizio ore 19.30)
Lunedì 23 maggio Andrea Bonarini - Può un robot essere felice?
Martedì 24 maggio Pier Luca Lanzi - Intelligenza Artificiale: invincibile, divertente o creativa?
Mercoledì 25 maggio Marco Colombetti – Promesse da computer

Pint of Science – La Storia
Nel 2012 Michael Motskin e Praveen Paul erano due ricercatori all’Imperial College di Londra. Diedero vita ad un evento chiamato “Meet the researchers” (Incontra i ricercatori) nel quale alcuni malati di Parkinson, Alzheimer, malattia del motoneurone e sclerosi multipla potevano andare nei loro laboratori a vedere quale tipo di ricerca
facessero. L’evento fu molto motivante sia per i visitatori che per i ricercatori. Pensarono che se le persone vogliono entrare nei laboratori e incontrare i ricercatori, perché non portare i ricercatori fuori ad incontrare le persone? E così nacque Pint of Science. Nel Maggio 2013 si tenne la prima edizione di Pint of Science che ha portato al grande pubblico alcuni dei più rinomati ricercatori a raccontare il loro lavoro innovative agli amanti della scienza e della birra. È stato un successo strepitoso.

Contatti:

http://www.pintofscience.it

Luca Perri
Milan Coordinator
Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. Cell: 3286420635

Ilaria Zanardi
President of Pint Of Science Italia
Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. Cell: 3400636088

Giuliano Greco
Communication Manager
Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. Cell: 366 9107 863

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy