Log in

Il mio l'ho fatto

1 1 1 1 1 Rating 0.00 (0 Votes)

musati25kAutoreFabio Musati

Presentazione: Dopo il successo di Vera Pelle (2012), esce per Nulla Die il nuovo romanzo di Fabio Musati

“Noi siamo figli di questo ventre di terra, nasciamo dentro l’acqua di questa valle, conosciamo ogni rivolo che è nostro, ogni anfratto, pertugio, grotta. Siamo piccole gocce che unite fanno la corrente per poi lasciarsi assorbire dalla nostra terra, colare via nelle rogge e rispuntare fuori da
un’altra parte, per selle e balze che solo l’acqua conosce e può. Non si può sconfiggere un popolo che lotta per amore.”
Fabio Musati, originario della Valsesia, è nato a Milano nel 1957, dove vive con la moglie Valeria e il figlio Guido. Quadro industriale nelle materie plastiche per imballaggio, nel tempo libero si dedica alla narrativa e al teatro.
 
“Quaranta giorni di libertà..”
Commento di Antonella Santarelli
La libertà è così cara che si contano i giorni e forse anche le ore quando si crede di averla raggiunta. La speranza di una repubblica libera e indipendente, nata dalle rovine della guerra e dalla lotta di liberazione, durò quaranta giorni nella Val D'Ossola, da settembre a ottobre del 1944. La Repubblica dell'Ossola, dichiarata tale dalle brigate partigiane, precorse l'evoluzione e il senso della ricostruzione politica dell'Italia del dopoguerra, che vide le illusioni di chi aveva combattuto in prima linea e le speranze della gente comune sottomesse fatalmente ai disegni delle potenze vincitrici, subito dopo la divisione del mondo in uno scacchiere in cui la politica dei singoli stati partiva fortemente condizionata.
 
Il libro di Fabio Musati racconta la vita partigiana di Veritò, nome di battaglia di un giovane che decide di unirsi alla Resistenza dopo che i fascisti gli ammazzano il padre.
La scelta di Veritò è l'anelito alla libertà, quella che si sente dentro come bisogno vitale e diritto irrinunciabile che nessuna forza o considerazione può reprimere, neanche il pericolo della morte. Lo scenario di sottofondo è una guerra assurda, come solo le guerre sanno essere, in cui anche le verità si sovrappongono in un mosaico di contraddizioni che aggiungono sofferenza a sofferenze.
Leggere “Il mio l'ho fatto” mi ha portato a riflettere sui tempi correnti e su come la capacità di compiere eccidi e di manipolare la verità appartenga al corredo genetico della politica, quella peggiore, che non esita a utilizzare la forza bruta della violenza, amplificata da armi micidiali e sempre più sofisticate, per disegni di egemonia economica e supremazia territoriale. Come succedeva nelle invasioni barbariche, durante il Medio Evo, nelle Crociate... fino ai giorni nostri. L' etica non appartiene a questa politica, evidentemente, e forse non vi apparterrà mai.
Ma l'anelito interiore alla libertà, avvertito da Veritò, appartiene al corredo geneticodell'uomo e nessun armamento, neanche il più distruttivo, è in grado di sopprimerlo.

Tutti i libri

Armonia MundiVoci di AnimePresentazione romanzo Nel nome di MarcoL'odiato amoreNon ti voglio vicinoMara Terzi – Quando i sogni dell'anima si sono fatti DanzaL'ESTATE VECCHIAIn Sicilia, un'estateAlla ricerca della felicità in tempo di crisiIN VIAGGIO CON GLI ASTRILa Danza CosmicaIo e me alla ricerca del trenoAcqua di cartaIl Silenzio dei morti viventiNAVIGLI POETRY SLAMLa voce del silenzioIL PAESE SOPRA LE NUVOLEE adesso statemi a sentirePresentazione del libro XyenPerfect CouplesSortilegioEleinda Prequel - La vita prima della leggendaConfessioni di un autistico sentimentaleSettanta a settemila: una sfida senza limiti d'etaLa casa TurcheseTamara Rampanti - Per una vita da escort...Litio:pensieri disciolti nell'acidoTango IrregolareI Figli dell'AquilaCosa Vuole EvaIL BENE, IL MALE E IL SISTEMANon chiedermi di stare senza vedertiONDIVAGO INTERVISTA FEDERICA FARINI: QUANDO LE STELLE RACCONTANO IL MONDO DEGLI ANIMALI#BCM16 - Andar per Navigli: alla riscoperta del Naviglio GrandeSkan-zo-na-ta La canzone umoristica e satirica italiana da Petrolini a CaparezzaLa panchina di OsakaTroppo di NienteMare mossoTra Dublino e Piazza Maggiore: in uscita il romanzo d'esordio di un giovane cataneseERMANNO ACCARDI PRESENTA IL SUO LIBRO - MILANO MERAVIGLIOSAPiccoli silenzi desiderabiliRenzo Piano: G124 Diario dalle periferie/1 Giambellino Milano 2015MUOS. Ultimo AttoUn libro, un pensiero che resta nel tempo. Italia loves Sicurezza 2015#BCM16: Storia dei grattacieli nel capoluogo lombardoPresentazione di In viaggio verso la libertàGrand’Hotel Des BainsUn tempo perdutoPresentazione del libro JESSPresentazione del romanzo: #BCM16: Come interpretare da parte della scienza l'entusiastica ossessiva caccia alla “Materia Oscura”?Zina di Giuliana Spanò, finalista al premio Herman Geiger di CecinAutoriBAUAGENDA 2015Un Ramadan di libertàMeravigli edizioni a Bookcity Milano 2014 – Biblioteca NiguardaMAI DIRE MAIIl dilettevole gioco dell'ocaAthos Enrile: “Le ali della musica”I semi dell'odioIntervista a Eugenio Sbardella, autore di Sans Blague, in lizza per il Premio Strega 2015L'ultimo SciacalloL’ITALIA DELLE DONNETI AMERO’ MIO MALGRADOIl naufragoIl mondo di sottoStoria del Romanzo Giallo e alcuni autori famosiViaggio nei sogni metropolitaniGabbiePresentazione del libro Nella spirale dell'ocaStorie come me le ha raccontate mia nonna GinaIl Mufoco a Bookcity Milano 2015 I Guerrieri d'ArgentoTango e noir. Milonga speciale con l'autore e presentazione del suo libro MARE TI AMOTempeste Puniche, il Profumo della Quiete
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10
  • 11
  • 12
  • 13
  • 14
  • 15
  • 16
  • 17
  • 18
  • 19
  • 20
  • 21

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy