Autore: Federica Farini

Presentazione: “Nel viaggio chiamato vita i sogni possono talvolta frantumarsi in tanti pezzi.

Ma non è mai troppo tardi.

Avrei cercato il coraggio di ricominciare e di sperare, senza la paura di non riuscire nel mio intento.

Vivere.

Senza nascondermi dietro l’ombra della banalità.

Imparare a volare libera, perché io, infondo, mi ero sempre sentita come una rondine.

É il destino a sorprenderci beffardo quando meno lo aspettiamo, insegnandoci che nella vita non si finisce mai di imparare e di essere felici.”

 

Nel suo romanzo d’esordio, Federica Farini narra una storia contemporanea a tinte “rosa”. La protagonista incarna l’icona di una principessa moderna, metafora di un’odierna eroina delle fiabe, che non è né eterea né tantomeno perfetta: cade nel fango e si sporca, ma grazie al suo immenso cuore riesce a ritrovare la via della salvezza. Un’attuale Alice nel paese delle meraviglie, che affronta ogni situazione con curiosità, attraverso gli occhi spontanei di un’anima altruista e semplice. È nel messaggio del romanzo che la protagonista può trasformarsi in senso lato anche in allegoria dell’essere umano contemporaneo, spesso vittima di un’esistenza che sale e scende come una marea, dove le cicatrici del cuore sono a volte così profonde da portarlo al totale rifiuto di essa. Ma ciò che conta per risorgere dalla disperazione e dal male è pur sempre la certezza che la speranza e il bene non si possono mai annientare e per i quali bisogna sempre lottare, proprio come farebbe un guerriero, eroe inconsapevole della sua immensa forza chiamata coraggio, vincendo i propri limiti quando meno sembra possibile riuscirci. Una storia sul destino, sull’amore e sulla riuscita, che può sempre compiersi, anche quando meno la si attende.

Editore: NEFTASIA EDITORE