“Nell’omonima via. I racconti del Drago Verde”, Arese (MI), Edizioni Della Vigna 2017, a cura di Maurizio De Filippis, Rino Morales, Giovanni Francavilla, Giancarlo Pasquali.
Negozio Civico ChiAmaMilano Via Laghetto, 2, 20122 Milano. Sabato 3 Marzo dalle 17.00 alle 19.00

“Ti offro da bere al Drago Verde”. No, il Drago Verde non è un locale di tendenza della movida milanese: è semplicemente uno dei nomi con cui a Milano sono note le fontanelle pubbliche che ci regalano l’acqua potabile. Milano vista dagli occhi dei suoi quartieri, nella prospettiva di nove autori milanesi non sono. La metropoli milanese è da sempre una città in rapida evoluzione, un luogo fisico concreto e tangibile che proietta nell’immaginario collettivo un’idea di modernità “digitale” e d’integrazione nelle reti globali che attraversa lo spazio e il tempo. Ciò che emerge è però solo la punta dell’iceberg. Esiste anche una Milano diversa, alternativa, ctonia, sotterranea. Nell’omonima via, gli “Allora Blu” ci offrono dieci racconti ambientati nel capoluogo lombardo introdotti da Ermanno Accardi con la prefazione di Maurizio Principato. Ciò che emerge è una metropoli vista con altri occhi che consentono di individuare, tra le pieghe avvolgenti della modernità, delle storie inedite e degli itinerari insoliti. L’uomo che voleva comprarsi Brera, i misteri svelati di San Giovanni in Conca, improbabili “vampiri” e il mostro di Niguarda, storie ambientate in una ruvida periferia durante gli anni di piombo, oggetti volanti non identificati, piramidi esoteriche, facce meneghine “spigolose” e il mondo in un cortile… Quando un milanese vi invita al DragoVerde non potete declinare l’invito. Potreste pentirvene.


http://www.chiamamilano.it/negozio.html