Autore: Caterina Anna Pascariello

Presentazione: Licenziata dall’azienda dove lavora Paula, con un passato difficile che ha visto la sua infanzia segnata dalla morte della madre e dall’abbandono del padre, che le attribuisce la colpa di questa tragica perdita, si lascia tutto alle spalle e parte per seguire il sogno del teatro. Si iscrive così a uno stage di recitazione, che la porterà a entrare in contatto con una nuova realtà e nuove persone. Da Lulù, eccentrica donna dai capelli viola, ad Alice e Nina, colleghe dello stage, fino ad Alessandro, uomo dal carattere travolgente, magnetico all’inizio, ma che si rivelerà sfuggente, impossibile, spigoloso. Durante il percorso molti saranno gli ostacoli che la protagonista dovrà superare: solitudine, invidia, amori sbagliati, sfiducia in se stessa, incomprensioni, gelosie, tradimenti, fino a un incidente che la porterà a un passo dalla morte.

In una società superficiale, dove la fatica di vivere è il male oscuro che tormenta la precarietà di ogni giorno, l’autrice vuol provare a proporre una chiave di lettura che individui gli obiettivi veramente importanti per ognuno di noi, lasciando da parte ciò che più non ha senso e ci fa vivere male. Ma è possibile uscire dalla prigione che ci siamo costruiti? Per ognuno io sono la Vita è un invito a sognare e a scoprire l’entusiasmo che si prova quando si vive il “qui e ora”, senza però precludersi la possibilità di assaporare ciò che potrebbe accadere domani.