Mercoledì 14 dicembre alle 18.30 a Villa Necchi Campiglio a Milano (Via Mozart 12) sarà presentato il libro di ALDO NOVE dal titolo “All’inizio era il profumo”

Con l’autore intervengono il “naso” di Atelier Fraganze Milano Luca Maffei, la blogger di Bergamotto e Benzoino Marika Vecchiattini e la giornalista Giovanna Zucconi.

INGRESSO LIBERO

Il nostro senso più trascurato è anche il più potente. Viviamo in un intrico di odori e profumi che ci ammalia e ci spaventa, dalla nascita alla morte, scatenando passioni irresistibili e paure ataviche.
Tra le avventure di un bambino che diventa uomo immerso negli odori, oggetti di studio appassionato, e la storia del rapporto tra l’umanità e i profumi, Aldo Nove ripercorre la sua scoperta di un mondo pieno di magia, per arrivare a studiarne la complessità e il fascino potente quanto misterioso: il profumo della pelle di nostra madre, quello dei fiori che svelano la meraviglia della natura, l’odore di un cane bagnato amico d’infanzia… il romanzo di “formazione olfattiva” si intreccia alla Storia, in un viaggio che è al contempo personale e di tutti, nello stupore e nei segreti del mondo che si dischiude alla nostra esperienza.

Aldo Nove (Viggiù, 1967) ha pubblicato nel 1996 con Castelvecchi il suo primo libro, Woobinda. Per Einaudi sono usciti Puerto Plata Market (1997), Superwoobinda (1998), Amore mio infinito
(2000), La più grande balena morta della Lombardia (2004), Mi chiamo Roberta, ho 40 anni, guadagno 250 euro al mese… (2006) e La vita oscena (2010); in “Collezione di Poesia” le raccolte
Nella galassia oggi come oggi. Covers (2001) con Raul Montanari e Tiziano Scarpa, Maria (2007), A schemi di costellazioni (2010) e Addio mio Novecento (2014). Per La Nave di Teseo Anteprima
mondiale (2006). Con Skira ha pubblicato Si parla troppo di silenzio. Un incontro immaginario tra Edward Hopper e Raymond Carver (2009) e Mi chiamo… (2013).