Da ottobre 2016 in tutte le librerie sarà disponibile il romanzo d’esordio del diciannovenne Paolo Francesco Reitano, edito con Nulla Die, dal titolo “Tra Dublino e Piazza Maggiore”

Presentazione: Pagine di sensazioni acerbe, musica e fotografie di vita, sullo sfondo di un’Emilia paranoica e di alcune città d’Europa nel 1999, condiscono il romanzo d’esordio di un giovane studente di Economia dell’Università di Catania.
Caratterizzato da monologhi, lettere, flashback conservati nel tempo, “Tra Dublino e Piazza Maggiore” riporta storie di disagio, di incertezze e difficoltà, raccontate da un protagonista senza nome. E’ la descrizione di un viaggio, fisico ma sopratutto introspettivo, a scandire i momenti di vita di un giovane musicista emiliano alla ricerca di sé stesso. Un libro fotografico perché cerca di catturare in modo preciso determinate realtà desolanti, con i dubbi caratteristici di chi è giovane e cerca solo di essere capito. Lo sfogo di una generazione che è costretta a fuggire per poter realizzare i propri sogni.

Quarta di copertina:

Dimmelo, si può?
Tu dalle mille magie e sorprese.
Fuggo lontano, mi segui?
Li senti i miei passi, sei pronta a correre?
Sei forse tu la mia meta?
Ne vale la pena?

Paolo Francesco Reitano:  nato a Trieste nel 1996 e vive a Catania, città in cui è cresciuto. Studia Economia, suona il pianoforte, scrive articoli e ha fondato un’associazione civica per la tutela del territorio catanese. Tra Dublino e Piazza Maggiore è il primo romanzo che pubblica.