Autore: Andrea Chiodi

Presentazione: Dopo la sorprendente affermazione del primo romanzo, L’amore e il calcio ai tempi di Holly e Benji, l’autore biellese Andrea Chiodi pubblica “Tutta colpa del ciclismo”, collana parvares 2016 Edizioni Nulla die.
Anche nel secondo romanzo, la passione sportiva è il caleidoscopio dell’universale atteggiamento umano che, oltre a conoscere sacrifici, vittorie e stoiche rinunce non esita a mostrare verso il prossimo invidie, gelosie, bassi colpi e nefande emozioni.
Dalla quarta: “Primo e Silvestro sono fratelli gemelli che, per un curioso caso del destino, sono nati in anni diversi, uno nel 1973 e l’altro nel 1974. Questa differenza anagrafica, apparentemente insignificante, creerà parecchi squilibri nei due ragazzi, inizialmente nel ciclismo, sport che entrambi praticano, e poi nella vita al di fuori dello sport. Soltanto uno dei due diventerà ricco e famoso grazie alla bicicletta mentre l’altro, deluso dallo sport che amava, abbandonerà i suoi sogni e si allontanerà dalla famiglia.”
Nel racconto, ambientato principalmente nell’ovattato mondo del ciclismo giovanile, s’intrecciano altre storie e altri originali personaggi, piccoli e grandi drammi frutto di rivalità e incomprensioni, tragiche cadute, ma anche sincere e durature amicizie tra corridori che hanno gareggiato tra loro.

Andrea Chiodi è nato a Biella il 26/12/1977, vive a Mongrando (BI) con la sua famiglia. Appassionato di sport, ha un passato di ciclista a livello giovanile. Con Nulla Die, nel 2014, ha pubblicato il suo romanzo d’esordio L’amore e il calcio ai tempi di Holly e Benji.