Dal 21 febbraio 2018 al 8 aprile 2018 presso Galleria Carla Sozzani, Corso Como 10, Milano

Kind of day in Milano è la mostra fotografica che documenta la visita di Bruce Weber allo studio milanese dell’amico Kris Ruhs, Bruce è il fotografo di moda, che ha lavorato tra gli altri per Vogue e Calvin Klein. Kris Ruhs è l’eclettico scultore e designer che ha ideato il logo di Corso Como 10, spazio chic che ospita la galleria Carla Sozzani.

Lo studio di un artista non è un posto qualsiasi. Lì sono presenti le tracce del  lavoro fisico e mentale: gocce di sudore, graffi su pavimenti e muri, bozzetti abbandonati. É un luogo intimo, privato, che non apre le sue porte a cuor leggero. Solo una persona di assoluta fiducia può accedervi  armato di macchina fotografica, pronto a esporre al mondo tutto ciò che non si vede dietro un’opera d’arte compiuta.

Infatti Kris invita Bruce nel suo studio solo dopo molti anni di amicizia. E l’accesso, secondo il racconto di Bruce Weber, è stato tutt’altro che semplice.

Per arrivare dove Kris inventa e produce Bruce ha attraversato un vero rito di passaggio metropolitano, un percorso tra sconosciute vie milanesi. Deve sopraggiungere Kris per strappare Bruce al caos delle vie milanesi e introdurlo al suo personalissimo caos creativo.

“Era quel genere di giornata da film noir a Milano. Il sole stava cercando di penetrare tra le nuvole che si muovevano veloci mentre noi cercavamo un lungo vicolo per trovare lo studio di Kris. Ovviamente non c’era un numero civico – non c’era nemmeno il nome Ruhs inciso nel metallo del grande portone industriale all’ingresso. Kris uscì, si aggirava nei suoi abiti da lavoro come un personaggio di Uomini e topi di John Steinbeck”.

Kind of day in Milano ci rende spettatori di tutto quello che Bruce Weber ha inquadrato una volta varcata la soglia. Vediamo pezzi di metallo in attesa di diventare sculture e metri di cellofan, disegni astratti e maschere in stile africano, grezzi stracci e stoffe raffinate, pennelli intrisi nel colore e strumenti musicali, vecchie insegne e barattoli di vernice. Percepiamo che non si tratta del dietro le quinte colto da un voyeur, ma di uno sguardo aperto e leale. É insieme una testimonianza della creazione artistica e un attestato di stima e amicizia.