Incontro con gli operatori di MSF e presentazione del libro“Noi non restiamo a guardare”(Feltrinelli)
Martedì 5 marzo 2013 ore 19:00 – Ostello Bello- via Medici, 4 (zona Colonne di San Lorenzo) Milano

L’organizzazione medico-umanitaria Medici Senza Frontiere (MSF) organizza un incontro a Milano per presentare illibro “Noi non restiamo a guardare. Medici Senza Frontiere nel mondo. Lettere e testimonianze” (Feltrinelli Editore).Parteciperanno Angelo Rusconi, logista e Chiara Montaldo, medico. L’ingresso è libero. Seguirà un aperitivo solidale.

In questa raccolta di lettere – una quarantina in totale – si condensano emozioni, paure, speranze, dubbi e aspirazionidi donne e uomini che hanno deciso di mettere a disposizione la propria professionalità per fornire soccorso allepopolazioni in pericolo. Dall’Africa all’Asia e dall’Europa all’America Latina, si percorrono crisi umanitarie lontanedalle prime pagine dei giornali, ma dove milioni di invisibili lottano ogni giorno per sopravvivere a conflitti, malattie,epidemie, catastrofi naturali. Afghanistan, Somalia, Repubblica Democratica del Congo, Haiti, India, Guatemala,Bangladesh, Italia, lotta all’AIDS e cura delle malattie dimenticate sono solo alcune delle sfide con cui si confrontanoogni giorno gli operatori di MSF.

Accanto alle testimonianze delle operatrici e degli operatori di MSF, sono presenti i contributi di alcuni scrittori egiornalisti che hanno voluto contribuire a tratteggiare il profilo di queste persone: Daria Bignardi, Silvia Di Natale,Andrej Longo, Antonio Pascale, Renata Pisu, Antonio Scurati. La prefazione di Dacia Maraini apre questo viaggio cheattraversa mondi dimenticati, ma anche il mondo interiore degli operatori, in equilibrio fra sogni e scelte difficili.

“Le loro lettere sincere, che a volte mostrano, è vero, la stanchezza, il senso di impotenza di fronte ai compiti immanie alle difficoltà che si moltiplicano, non si rivelano però affatto arrese, né scoraggiate né ciniche. Al contrario, sonopiene di vita e di pensiero. (…) Comprendere è difficile, ma quasi sempre questi coraggiosi italiani (i migliori di noi,i più generosi e intrepidi), finiscono per comprendere, e nel modo più generoso e sincero, quando le loro mani nudee impaurite si fermano su un corpo piagato, sperando con tutte le proprie forze di guarirlo. In quella speranza sta ilsegreto di una meravigliosa scommessa”, scrive Dacia Maraini nella prefazione.

Nel 2012, dall’Italia sono partiti con MSF 308 operatori umanitari. Fra questi, più della metà sono medici e paramedici,79 i coordinatori di progetto, 40 i logisti e infine una ventina gli operatori in ambito amministrativo/finanziario.Professionisti di ogni età che affiancano migliaia di altri operatori locali, reclutati nei singoli Paesi in cui MSF lavora.

Parte del ricavato della vendita del libro andrà a sostegno dei progetti di Medici Senza Frontiere.

Medici Senza Frontiere, nata nel 1971, è la più grande organizzazione medico-umanitaria indipendente al mondo. Nel1999 è stata insignita del Premio Nobel per la Pace. Opera in oltre 60 paesi portando assistenza alle vittime di guerre,catastrofi ed epidemie. www.medicisenzafrontiere.it; Facebook.com/msf.italiano; Twitter: @MSF_Italia


Per informazioni:info.milano@rome.msf.orgcell. 345 4638167Ostello Belloinfo@ostellobello.com

Ufficio Stampa MSF Italia: tel. 06.4486921Chiara Palombella 335.8489761 chiara.palombella@rome.msf.orgGiorgio Contessi 349.8132110 giorgio.contessi@rome.msf.org

Invitoweb_MilanoAperitivoSolidale